“Misurina, sei bellissima… Ti posso solo dire che sei bellissima. E la tua bellezza nessuno me la limita di vedere. La mia mamma è fiera di te perché ti prendi cura di me e mi vuoi bene.” – Angela, III° elementare 14/02/2013

 

Storia dell'Istituto Pio XII

Proprio perché sei bellissima l’Imperatore d’Austria veniva periodicamente da te per riposarsi nel piccolo rifugio preesistente, poi, nel 1896, cinque ingegneri hanno pensato di farti conoscere a tanti turisti e hanno costruito in quattro anni un Grand Hotel Misurina, con acqua e luce in tutti i piani, ascensore ad acqua, sale di lettura, di musica, di pittura, minigolf…pareti con dipinti di Millo Bertoluzzi… un Hotel a 5 stelle!

La Regina Margherita di Savoia è stata una delle tue prime ospiti. E’ venuta nel 1900, dopo la tragica morte del marito, Re Umberto I, con otto carrozze e un centinaio di seguito. C’era tutto pronto: posta, telegrafo, scuderia… chiesetta per la celebrazione di una Messa per il marito…

In seguito sei diventata la residenza estiva dei Savoia.
Hai anche accolto il comando militare italiano nella guerra combattuta sul vicino Monte Piana nel 1915-1918. Non abbiamo molte notizie del dopoguerra, sappiamo che dopo la dipartita dei Savoia sei stata messa in vendita e ti ha acquistato nel 1949 – tramite Padre Paolino Quattrocchi, benedettino di Parma, allora Legale Rappresentane della POA (Pontificia Opera Assistenza – ecco perché sei intitolata a Pio XII) – la Diocesi di Parma, con l’aiuto di benefattori …

Storia dell'Istituto Pio XII

Misurina, non sei solo bella…! Migliaia di ragazzi provenienti da tutte le parti d’Italia, si sono alternati qui e hanno beneficiato del tuo clima particolarmente asciutto: unico in tutta l’Italia.

Puoi essere fiera perché ti prendi cura dei ragazzi e doni loro salute.
Ti ricordi di Daniela, di 12 anni, che era costretta a dormire su una sedia perché a letto non respirava? L’assenza degli allergeni, in particolare degli acari, le ha permesso, dopo 20 giorni di permanenza di salire al 1° piano e, dopo 2 anni, di andare a piedi con le ciaspole alle tre Cime di Lavaredo, insieme a tanti altri ragazzi.
Ti ricordi di Enrico, il più grave di 150 ragazzi ricoverati un’estate, che dopo tre mesi di permanenza a Misurina ha migliorato il suo stato di salute tanto da condurre poi una vita quasi normale?

Hai sentito i commenti di tanti genitori? Li hai visti ritornare a casa soddisfatti e poi premurosi nel prendere un successivo appuntamento di controllo per poter continuare ad essere tranquilli?

Hai sentito i passa-parola delle mamme che desiderano trasmettere la loro esperienza ad altre mamme per tranquillizzarle?

Hai contato le centinaia di ragazzi che hanno dimorato per breve o lungo tempo da te? Non li hai mai rimproverati per la loro esuberanza?

Hai visto quanti medici si sono alternati per essere sempre vigili nella struttura e, per stare al passo con il progresso della scienza, partecipano e organizzano convegni e simposi europei proprio da te?

Storia dell'Istituto Pio XII

Ti ricordo alcune date perché tu possa continuare “con fierezza” la tua azione benefica:
Nel 1959 eri Preventorio antitubercolare (per più di 100 bambini).
Nel 1970 sei stata trasformata in Casa di Cura Pio XII per la prevenzione e cura dell’asma, con la capienza di 30 posti letto.
Nel 1996 sei stata denominata “Centro di diagnosi, cura e riabilitazione dell’asma infantile” (con 100 posti letto).
Nel 2008 hai ottenuto il Certificato di Qualità ISO 9000:2008.
Nel 2011, dopo alcuni lavori di ristrutturazione, hai ottenuto l’autorizzazione dei Vigili del Fuoco per 150 posti letto.

Lasciami ricopiare la tua pagella:
“Un finale di un bel percorso per una bella struttura, sicura e proiettata al futuro.
150 posti nel 150° dell’Unità d’Italia”

“Misurina, la tua bellezza nessuno ce la limita di vedere.
Le mamme sono fiere di te perché ti prendi cura di noi e ci vuoi bene.”