Informazioni utili per affrontare al meglio il tuo viaggio verso Misurina

Informazioni utili per affrontare al meglio il tuo viaggio verso MisurinaIn alcune aree geografiche, come nelle zone montane caratterizzate da climi rigidi (ad esempio l’arco Alpino), le temperature scendono anche di parecchio sotto gli zero gradi Celsius.
Secondo i dati medi relativi agli ultimi decenni, a Misurina la temperatura media del mese più freddo, Gennaio, si attesta a -5,5 °C, mentre quella del mese più caldo, Luglio, è di +11,4 °C.

Nei mesi invernali è quindi utile essere preparati alle temperature e alle condizioni climatiche; di seguito, ecco alcune informazioni pratiche per affrontare il viaggio e raggiungere agevolmente l’Istituto Pio XII.

CARBURANTE

I motori alimentati a benzina non presentano alcun problema di funzionamento in quanto la benzina non congela prima dei -48°.

I motori diesel che si trovano ad operare a basse temperature,  invece, devono essere alimentati con un apposito tipo di carburante chiamato Gasolio Alpino (o Artico): esso si differenzia dagli altri tipi di gasolio (anche da quello invernale) per la caratteristica di mantenere fluidità fino a -20° C. Si consiglia di effettuare un pieno nel centro abitato più vicino alla destinazione Misurina (Auronzo di Cadore, San Candido o Dobbiaco): tutte le aree di rifornimento in alta montagna sono attrezzate per erogare Gasolio Artico.

 

OLIO 

E’ consigliabile, soprattutto quando si lascia l’auto fuori la notte in località dove la temperatura è costantemente sotto lo zero (il parcheggio privato dell’Istituto Pio XII è esterno), utilizzare olii a bassa viscosità, quali 5W/30 o 5W/40.

PNEUMATICI E CATENE DA NEVE 

Si consiglia caldamente di montare pneumatici invernali per affrontare il viaggio in tranquillità, in quanto garantiscono più aderenza al manto stradale. Per sicurezza portare sempre con sé anche le catene da neve.

È consigliabile rifornire il serbatoio del lavavetri con liquido antigelo e, la sera, spruzzare del liquido antigelo sulle serrature sempre che l’auto non sia munita di apertura a distanza.

Se la temperatura scende considerevolmente sotto lo zero è meglio anche staccare i tergicristalli dal vetro, per evitare che si “incollino” al parabrezza e al lunotto.

Infine, ricordarsi sempre di portare con sé i cavi per collegarsi alla batteria di qualche altra vettura in caso di bisogno.