Cos’è l’ASMA, come si manifesta e i principali fattori scatenanti

L’asma è una malattia infiammatoria cronica delle vie aeree caratterizzata da episodi ricorrenti di dispnea (mancanza di respiro), respiro sibilante, senso di costrizione toracica e tosse, che si manifestano in particolare durante la notte e/o nelle prime ore del mattino.

Questi episodi sono generalmente associati ad ostruzione bronchiale diffusa di grado variabile e limitazione al flusso aereo, prevalentemente in fase espiratoria, almeno in parte reversibile spontaneamente o dopo trattamento farmacologico.

asmaBambiniCuraAltaQuota

Che cosa succede durante un attacco d’asma?

Si ritiene che l’infiammazione cronica delle vie aeree determini un’iperreattività bronchiale (broncospasmo), ossia una maggior tendenza delle vie aeree a costringersi in risposta ad una varietà di stimoli:

  • allergeni a cui il soggetto è sensibilizzato;
  • fumo di sigaretta;
  • inquinamento atmosferico;
  • infezioni delle vie respiratorie di origine virale;
  • stress emotivi;
  • freddo.
È l’infiammazione cronica delle vie aeree che determina il broncospasmo, ossia la maggior tendenza delle vie aeree a costringersi in risposta, soprattutto, agli allergeni e all’inquinamento.

La condizione di infiammazione cronica è caratterizzata da infiltrazione di cellule infiammatorie, in particolare eosinofili, mastociti, macrofagi, linfociti T e neutrofili, rilascio di mediatori e rimodellamento delle vie aeree.

L’asma è quindi una malattia episodica, in cui le fasi acute possono intervallarsi a periodi sintomatologicamente silenti.

Le riacutizzazioni della malattia, sono caratterizzate da un aggravamento dei sintomi e della funzionalità respiratoria e possono manifestarsi improvvisamente o insorgere in maniera più graduale. In entrambi i casi, le riacutizzazioni possono essere gravi fino a provocare la morte, qualora non sia eseguito un trattamento adeguato.  

Altri sintomi associati all’asma sono rappresentati da disturbi del sonno, limitazione delle attività quotidiane, intolleranza all’esercizio fisico, alterazione della funzionalità polmonare e una predisposizione maggiore allo sviluppo di infezioni polmonari ricorrenti quali bronchiti e polmoniti. Per saperne di più, visita la pagina dedicata ai Sintomi dell’asma.