ISTITUTO PIO XII - CENTRO D’ECCELLENZA IN ITALIA PER LA DIAGNOSI, LA CURA E LA RIABILITAZIONE IN ALTA QUOTA DELLE MALATTIE RESPIRATORIE PEDIATRICHE

L’importanza di respirare secondo natura

Allontanare i nostri figli dall’esposizione agli agenti inquinanti e agli allergeni e migliorare la qualità dell’aria respirata sono due tra gli obiettivi più importanti nella cura dei disturbi respiratori dei nostri figli. La soluzione per entrambi può essere un soggiorno in alta quota, in un Centro per la diagnosi, la cura e la riabilitazione delle malattie respiratorie pediatriche, come il “Pio XII” a Misurina.

In un recente studio italiano, condotto con più di 750 bambini e ragazzi di età compresa tra 2 e 18 anni (circa metà dei quali con respiro sibilante o asma ricorrente e gli altri sani), i genitori hanno compilato per un anno un diario clinico giornaliero sui sintomi respiratori dei loro figli, sul ricorso alle cure mediche e sul tipo di farmaco utilizzato. Questi dati sono stati poi incrociati con quelli sui cinque inquinanti atmosferici più comuni, notando come vi sia un’associazione significativa tra l’inquinamento legato al traffico delle grandi città e lo sviluppo di riacutizzazioni d’asma e di infezioni respiratorie nei bambini con respiro sibilante o asma.

“L’assenza di inquinanti e allergeni nell’aria respirata determina, al contrario, una riduzione dell’infiammazione polmonare, – spiega il Dr. Alfredo Boccaccino, Direttore sanitario dell’Istituto “Pio XII” a Misurina, – e consente quindi un migliore controllo e una più sicura sospensione della terapia di fondo nel bambino asmatico o con respiro sibilante. Inoltre, l’alta quota favorisce una riduzione dell’iperreattività bronchiale, grazie a una migliore espansione del polmone favorita dalla minore densità di ossigeno dell’aria di montagna”.

Due condizioni, “pulizia” dell’aria e alta quota, entrambi presenti ai 1.700 metri sul livello del mare del lago di Misurina.

 

Fonti e riferimenti:

Esposito S, Galeone C, Lelii M et al. BMC Pulm Med 2014;14:130