L’istituto “Pio XII” sigla un importante accordo scientifico con l’Istituto Superiore di Sanità

Un’importante convenzione è stata firmata oggi tra l’Istituto Superiore di Sanità (ISS),  – la più alta autorità tecnico-scientifica del Ministero della Sanità, – e l’Istituto “Pio XII” Onlus  di Misurina, – l’unico centro in Italia e il più alto in Europa specializzato nella cura e la riabilitazione  in montagna delle malattie respiratorie.

L’accordo scientifico, che avrà durata triennale e sarà rinnovabile, è stato siglato proprio a Misurina, da Lino del Favero, Direttore Generale dell’Istituto Superiore di Sanità, e da don Luciano Genovesi, Presidente dell’Opera Diocesana “San Bernardo degli Uberti” di Parma di cui fa parte l’Istituto, alla presenza di Ermanno Baldo, Direttore clinico del “Pio XII” e delle autorità locali, a conferma che il progetto di rilancio e di consolidamento scientifico dell’unicità di Misurina è supportato anche dalla comunità e dalle istituzioni locali.

La nuova convenzione triennale si concretizzerà in una collaborazione per il coordinamento e la validazione scientifica da parte dell’ISS di progetti di ricerca, clinici e gestionali per la cura e la riabilitazione delle malattie respiratorie del bambino e dell’adolescente, realizzati a Misurina dal “Pio XII”, anche per il tramite del coinvolgimento della sua Rete di centri di eccellenza.

Obiettivo: ricerca scientifica per la cura in montagna delle malattie respiratorie

Lino Del Favero

L’accordo con questa struttura, parte di un Network di centri di eccellenza, – ha dichiarato Lino Del Favero, – ha l’obiettivo di progettare studi ed elaborare protocolli clinici sull’efficacia della riabilitazione in montagna di bambini e ragazzi affetti da patologie respiratorie, malattie sempre più frequenti in età pediatriche. Grazie alle evidenze scientifiche prodotte in collaborazione con una struttura a così alta specializzazione, sarà possibile condividere in una rete altamente qualificata le conoscenze prodotte e approcciare nuove metodologie sempre più efficaci per contrastare le patologie respiratorie”.

 

Della Rete di Misurina, – oltre all’autorevole adesione dell’ISS e alla collaborazione con le associazioni di pazienti, come FederAsma e Allergie e Lega Italiana Fibrosi Cistica, – fanno già parte il Bambino Gesù di Roma, il Gaslini di Genova, il Meyer di Firenze, il Policlinico Gemelli di Roma, il Regina Margherita di Torino e le Università degli studi di Verona e di Ferrara.

 

Don Luciano Genovese

Con la costruzione della Rete, – ha ricordato Don Luciano Genovesi, Presidente dell’Opera Diocesana “San Bernardo degli Uberti” di Parma e del “Pio XII”, – Misurina ha voluto proporsi a tutta la galassia della Pediatria italiana, come Laboratorio in quota per lo studio, la cura e la riabilitazione dei bambini con disturbi del respiro, per dare a tutte le realtà cliniche una possibilità unica di sperimentazione per affinare approcci terapeutico-riabilitativi sempre più efficaci”.

 

Tra le patologie che saranno oggetto di studio e di attività clinica nell’ambito della convenzione vi sono l’asma di difficile trattamento e altre gravi malattie respiratorie del bambino e dell’adolescente, quali la fibrosi cistica. Ma saranno approfonditi anche diversi temi collegati a queste patologie: il miglioramento dei percorsi di cura per l’asma grave, l’effetto dell’inquinamento e dei cambiamenti climatici, come prolungare a casa l’effetto “Misurina” tramite l’educazione sanitaria, o anche la stesura di nuove linee guida per la sanificazione degli ambienti di vita dei bambini.

Le peculiari condizioni ambientali di Misurina, a un’altitudine di 1750 m, con la riduzione delle resistenze delle vie aeree e una migliore qualità dell’aria, creano le condizioni ideali per sviluppare programmi di riabilitazione e riallenamento per i bambini e gli adolescenti con malattie respiratorie disabilitanti  fra cui l’asma. E per condurre studi che valutino scientificamente l’efficacia nel tempo di tali programmi.

Federica Gardini

La Scienza, per citare il filosofo ed epistemologo austriaco Karl Popper, ricerca la verità e la ricerca approfondisce la conoscenza, – ha sottolineato Federica Gardini, Direttore scientifico del “Pio XII”. – Questo team fra Istituto Superiore di Sanità, Centri di ricerca pediatrici italiani, Medicina dello Sport e Istituto ‘Pio XII’ di Misurina, potrà certamente costituire un punto di forza per lo studio e la validazione della riabilitazione e dell’attività fisico-sportiva nella cura delle malattie respiratorie in età pediatrica”.

In che cosa consiste la nuova Convenzione con l’ISS

La convenzione triennale siglata oggi si applicherà ai seguenti obiettivi:

  • elaborazione e realizzazione di studi scientifici e clinici sull’asma di difficile trattamento e su altre malattie respiratorie del bambino e dell’adolescente, sulla riabilitazione post-trapianto polmonare nella fibrosi cistica (in collaborazione con il Centro Nazionale Trapianti), sul monitoraggio della qualità delle relative prestazioni erogate dal SSN, cosi pure su tematiche  ambientali e climatiche fortemente connesse a tale patologia;
  • definizione di linee guida nazionali e locali; di percorsi diagnostico-terapeutici e di protocolli clinici per i pazienti, condivisi con la rete del “Pio XII” e con le Società già coinvolte con essa (tra cui SIMRI, SIAP, FIMP) e con altre realtà sanitarie italiane e straniere; di altri strumenti di clinical governance (per esempio i nuovi LEA e DRG/tariffe, revisione modelli organizzativi interni e del rapporto ospedale/territorio, ecc…) pensati per migliorare l’appropriatezza e la continuità assistenziale;
  • progettazione di percorsi educativi e formativi per pazienti, associazioni di pazienti, famiglie e professionisti, in particolare pediatri, interessati al tema delle patologie respiratorie di pazienti in target, con messa a disposizione della struttura di Misurina per convegni e workshop nazionali e internazionali.

Ermanno Baldo

Per i disturbi del respiro del bambino e dell’adolescente, – ha concluso Ermanno Baldo, Direttore Clinico dell’Istituto ‘Pio XII’ Onlus di Misurina, – questa collaborazione rappresenta un’importante opportunità, sia sul fronte della ricerca scientifica, sia per l’integrazione delle opzioni terapeutiche, in particolare sotto il profilo della continuità  assistenziale e della riabilitazione”.

 

 


Scopri di più sull’Istituto Superiore di Sanità

Scopri di più sulla Rete pediatrica di eccellenza


*) Nella foto in alto, la firma della Convenzione con, da sinistra a destra, Lino Del Favero, Direttore Generale dell’Istituto Superiore di Sanità, Don Luciano Genovesi, Presidente dell’Opera Diocesana “San Bernardo degli Uberti” di Parma, e Tatiana Pais Becher, Sindaca di Auronzo (BN)