Misurina e Istituto “Pio XII”: quali benefici per piccoli sportivi?

Da anni si va a Misurina, al “Pio XII”, per migliorare la capacità polmonare dei bambini e dei ragazzi affetti da asma infantile. Nell’ultimo anno, con l’arrivo del dott. Ermanno Baldo, attuale Direttore Clinico, il concetto di riabilitazione nel paziente asmatico si è fatto sempre più ampio.

L’attività sportiva, anche nei ragazzi asmatici, diventa un fattore determinante per il miglioramento della capacità e funzione polmonare, e i risultati fin qui monitorati sono decisamente positivi.

Praticare sport è certamente importante a tutte le età e può diventare addirittura una valida terapia in molte patologie. L’asma è una di queste. A Misurina, meravigliosa perla delle nostre Dolomiti e patrimonio dell’Umanità, ha sede il “Pio XII”, unico Centro di Riabilitazione in montagna in Italia per la riabilitazione e la cura dell’asma infantile. Il “Pio XII” è una Onlus che fa capo alla Diocesi di Parma. Era un vecchio albergo dove avevano soggiornato i Savoia, e con una visione notevole di Padre Paolino Beltrame Quattrocchi e un grande e fondamentale contributo di Pietro Barilla è stato acquistato per poter essere d’aiuto a tanti giovani, in un clima meraviglioso.

 

L’altura migliora le prestazioni sportive

Ma se in alta quota vanno gli sportivi ad allenarsi (ciclisti, atleti come Mennea, podisti), vuol dire che lo sforzo fisico in determinate condizioni migliora le capacità elastiche e quindi la capacità stessa del polmone, organo che permette la funzione essenziale di ossigenazione del nostro corpo. In uno sportivo questo significa migliorare le proprie performance e quindi la possibilità di ottenere risultati migliori.

Sulla riva del Lago di Misurina, in agosto 2018, correvano tanti ragazze e ragazzi di varie società sportive, che iniziavano i loro allenamenti per la stagione a venire: tanti sforzi per migliorare le proprie capacità in un luogo non soltanto magico per la sua bellezza, ma anche con caratteristiche micro-ambientali certamente molto favorevoli sul piano polmonare-circolatorio.

Ora, se questo è ormai acclarato nell’adulto, interessante sarebbe dimostrarlo anche nei bambini/ragazzi che praticano sport a livello agonistico. È quindi nata l’idea, – da parte della prof. Federica Gardini, Direttore Scientifico del “Pio XII” e Presidente della Società Walnut Basket Noceto (WBN), – di testare un gruppo di ragazze/ragazzi di 10-12 anni, tesserati con la WBN, delle due squadre, femminile e maschile, che hanno vinto i rispettivi campionati provinciali FIP (Federazione Italiana Pallacanestro) della Provincia di Parma.

 

Un nuovo progetto di studio

Dopo la presentazione del progetto al CdA dell’Opera Diocesana, a cui il “Pio XII” afferisce, si è dato il via alla prima fase: un medico di Misurina, per anni operante al CONI a Roma, il 29 marzo di quest’anno è venuto a Noceto e ha eseguito ai ragazzi la spirometria, compilato i dati anamnestici e visitato le ragazze e i ragazzi all’acme della loro preparazione tecnico-sportiva.

A metà settembre, proprio prima dell’inizio dell’attività scolastica gli stessi, insieme ai dirigenti del WBN, alla coordinatrice dei Coach Cinzia e ad alcune famiglie degli atleti, passeranno 4 giorni a Misurina, e con lo staff di professionisti di Misurina, svolgendo attività fisica in altura con un programma ad hoc studiato per loro, ripeteranno le indagini per valutare se gli effetti in altura sono davvero così evidenti. Come afferma il dott. Baldo in montagna aumentano i flussi broncopolmonari e diminuiscono le resistenze bronchiali e questo in età pediatrica può diventare una riserva importante da accantonare per l’attività sportiva e per la vita.

Un legame stretto tra Parma, Misurina, Barilla grande finanziatore di Misurina e della Nazionale di Basket Femminile, e una Società agli esordi di Basket del territorio di Parma: un CANESTRO!!