Il “Pio XII” mantiene le promesse: siglato l’accordo con il “Meyer” di Firenze

Misurina excellence network for children’s breathing, la Rete pediatrica di eccellenza sulle malattie del respiro, lanciata il 26 agosto 2016, con il primo accordo di partnership scientifica e di networking con l’IRCCS “Bambino Gesù” di Roma, si è arricchita oggi di un nuovo importante “nodo”. Dopo la firma dell’IRCCS pediatrico “Giannina Gaslini” di Genova, è stata infatti siglato oggi, martedì 28 febbraio 2017, un altro importante accordo di partnership, con l’Azienda ospedaliero-universitaria “Meyer” di Firenze, che entra così a far parte del Network con il “Pio XII”. L’Azienda ospedaliero universitaria “Meyer” di Firenze è un ospedale pediatrico di alta specializzazione e centro di riferimento nazionale per l’elevata complessità pediatrica.

L’asma è la malattia cronica più comune tra i bambini, e una delle principali cause di assenze da scuola e ricovero in ospedale. I maggiori problemi sono tra i 2 e i 4 anni, dove il rischio di essere ricoverati in ospedale è 14 volte maggiore che negli adolescenti.1 L’esposizione all’inquinamento atmosferico da traffico, nei centri urbani, è tra i principali imputati di questa pericolosa escalation.2 E la Toscana non è risparmiata. Firenze, insieme a Lucca, è tra le città che, tra il dal 2009 al 2015, hanno superato il limite massimo consentito per il PM10 5 anni su 7. C’è chi sta meglio, come Pisa, Pistoia o Arezzo, che hanno superato i limiti solo occasionalmente, ma c’è chi sta peggio, come Prato che ha superato il limite quasi sempre (6 anni su 7).3

Ecco perché è tanto più importante poter disporre di una rete di centri di eccellenza che offra sinergie tra i modelli di cura e riabilitazione più indicati a ogni singolo caso, garantendo così un vero salto di qualità nella cura dei disturbi del respiro in età pediatrica.

All’incontro per la firma, a Misurina, erano presenti il Dott. Alberto Zanobini, Direttore Generale del AOU “Meyer” e il Dr. Enrico Lombardi, Direttore SOSA Broncopneumologia dell’ospedale fiorentino, insieme al dott. Gian Antonio Dei Tos, Direttore dei Servizi Sociali e della Funzione Territoriale ASL di Belluno e a Don Luciano Genovesi, Presidente Opera Diocesana “San Bernardo degli Uberti” e del “Pio XII”.

Obiettivo primario della pionieristica Rete di centri qualificati operanti in sinergia è quello di costituire un polo di eccellenza per lo sviluppo di un’intensa attività di ricerca scientifica e di sperimentazione clinica. In primo luogo per precisare meglio le caratteristiche dell’asma difficile e per individuare strategie terapeutiche più efficaci, colmando così una carenza rilevata da diversi studi.

DonGenovese

Attraverso la costruzione della Rete, il “Pio XII” Onlus di Misurina intende presentarsi come un’eccellenza nella cura dei disturbi del respiro, e si propone a tutta la galassia della Pediatria italiana, come Laboratorio in alta quota per lo studio, la prevenzione e la cura dei bambini con disturbi del respiro, per dare a tutte le realtà cliniche una possibilità unica di sperimentazione per affinare terapie sempre più efficaci, affiancate dalla climatoterapia”. (Don Luciano Genovesi, Presidente dell’Opera Diocesana “San Bernardo degli Uberti” di Parma e del “Pio XII”)

 

Nella foto (da sinistra): il dott. Enrico Lombardi, Direttore SOSA Broncopneumologia dell’AOU Meyer; don Luciano Genovesi, Presidente Opera Diocesana “San Bernardo degli Uberti”; il dott. Alberto Zanobini, Direttore Generale Meyer; e il dott. Gian Antonio Dei Tos, Direttore dei Servizi Sociali e della Funzione Territoriale ULSS 1 di Belluno.

 

Riferimenti bibliografici

  1. GARD-Italy “Asma ed Allergie nel Bambino”. Asma e allergie respiratorie da 0 a 18 anni. 25 giugno 2015.
  2. Forastiere F et al, Gruppo Collaborativo SIDRIA-2. La frazione dei disturbi respiratori dell’infanzia attribuibile a fattori di rischio modificabili e non modificabili. Epidemiol Prev 2005; 29: 67-69.
  3. Mal’aria di città. 29 gennaio 2016.